CENTRO TECNICO DEL COMMERCIO

AZIENDA SPECIALE

DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI BOLOGNA

Camera di Commercio di Bologna

mercoledì 20 settembre 2017
Utilizziamo i cookie tecnici e di terze parti per fornire i nostri servizi. Proseguendo nella navigazione accetti il loro utilizzo. Visualizza l'informativa estesa chiudi
CENTRO TECNICO DEL COMMERCIO

CENTRO TECNICO DEL COMMERCIO

AZIENDA SPECIALE DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI BOLOGNA

mercoledì 20 settembre 2017

Forma PA

Formazione per la Pubblica Amministrazione


Formazione a catalogo

Formazione rivolta a personale di differenti realtà organizzative pubbliche che manifestano esigenze specifiche e desiderano affrontare un percorso formativo in cui il confronto tra le esperienze rappresenta, a lato della expertise dei docenti, un elemento di valore aggiunto per l'apprendimento personale.

Formazione su commessa

Progettazione di percorsi formativi ad hoc che rispondono alle differenziate esigenze organizzative e formative che caratterizzano gli enti pubblici.
Il CTC, in tal senso, gestisce: incarichi diretti, partecipazione a Bandi Specifici, proposte su Intercenter e su Consip.
Il CTC, nei suoi 30 anni di attività ha progettato, coordinato e gestito percorsi formativi eterogenei tra loro e legati prevalentemente alle seguenti aree tematiche:
- FORMAZIONE MANAGERIALE
- FORMAZIONE DEL PERSONALE DI CONTATTO
- MARKETING TERRITORIALE
- ANALISI DI CLIMA E BENESSERE ORGANIZZATIVO
- MOTIVAZIONE DEL PERSONALE
- PRIVACY
- SEMPLIFICAZIONE DEL LINGUAGGIO AMMINISTRATIVO
- APPALTI

Contatti

Telefono 051 6093200
Telefax 051 6093230
Posta Elettronica: ctc.formazione@bo.camcom.it
Posta Elettronica Certificata: ctc@pec.ctcbologna.it

ORARIO

Dal lunedì al giovedì
8.30 - 12.30 ; 14.00 - 17.30
il venerdì
8.30 - 12.30

SEDE

Via Alfieri Maserati adiacente n.16
40128 Bologna


Il fundraising per la Pubblica Amministrazione: strumento di raccolta fondi e di relazione con il cittadino

Obiettivi

Il fundraising è solitamente inteso come partecipazione a bandi nazionali ed europei e allo sviluppo di collaborazioni con aziende in forma di sponsorizzazione. Il vero potenziale, invece, risiede nelle relazioni, soprattutto con soggetti privati, individuali o collettivi. Oggi sempre di più le persone donano perché condividono un progetto e degli obiettivi comuni. Fare fundraising significa quindi coinvolgere il proprio "capitale relazionale" in un progetto comune, di cui si condividano obiettivi e strategie. Una Amministrazione Comunale, può coinvolgere i cittadini (che già versano imposte e tasse) in raccolte di donazioni da utilizzare per il bene della comunità? Le relazioni che legano gli attori sociali, Pubblica Amministrazione, organizzazioni nonprofit e cittadini si stanno trasformando e se opportunamente supportate possono attivare risorse per migliorare l'organizzazione dei servizi per il territorio. Le amministrazioni pubbliche devono sviluppare la capacità di mettersi in rete gli altri soggetti del territorio (profit e nonprofit), esplorare le potenzialità che lo stesso possiede ed attivare processi innovativi che creino le condizioni affinchè le risorse che sono nel territorio ma che in questo momento non sono utilizzate, possano essere messe a frutto.

Contenuti

- La Pubblica Amministrazione può chiedere donazioni?
- La "dimensione nonprofit" dell'amministrazione pubblica: riposizionare la percezione della P.A. come attivatore di doni
- Modelli ed esperienze di amministrazioni pubbliche nella raccolta fondi
- Da collaborazione a cooperazione: come sviluppare reti e alleanze con le organizzazioni nonprofit e gli altri stakeholder del territorio
- La tecnica e gli strumenti per creare una funzione di fundraising interna o esterna come strumento di raccolta fondi dove l'ente sia presente
- Il partenariato pubblico-privato nei progetti culturali di ampio respiro
- Predisporre il piano di massima
- Valorizzazione dei vantaggi per il partner: aspetti economici ed intangibili
- Piano dettagliato delle attività e delle risorse necessarie
- Budget economico del progetto e piano finanziario
- La revisione del piano prima della sua approvazione
- Monitoraggio e controllo dell'andamento del progetto
- Interventi correttivi in corso d'opera
- Come trasformare le attività in fabbisogno di risorse e le risorse in costi
- Sviluppare le alternative in termini di processi, risorse e costi/prezzi
- Il partenariato pubblico-privato nei progetti di ridotta dimensione
- Dalla erogazione liberale alla partecipazione concreta al progetto
- Piccoli sponsor ma "grandi" sostenitori
- Il sostenitore 2.0

Destinatari

Dirigenti della Pubblica Amministrazione, responsabili di settore, staff uffici bandi europei e relazioni internazionali

Quota d'iscrizioneDurataData d'inizio
Euro 310,00 + IVAOre 7venerdì 22 settembre 2017
Scheda di iscrizione ×

Codice degli appalti e applicazioni concrete

Obiettivi

Approfondire le innovazioni alla normativa dei contratti pubblici
Analizzare il processo di aggiudicazione e di esecuzione di un contratto

Contenuti

- I rapporti delle amministrazioni non statali con Consip
- La adesione alle Convenzioni: quando è obbligatoria e quando e come si può evitare
- La procedura di gara sul MEPA
- I bandi del MePA e le merceologie disponibili
- L'offerta al pubblico e l'ordine diretto (OD)
- La risposta alla richiesta d'offerta (RdO)
- Le fasi della procedura d'affidamento
- Aggiudicazione e stipula del contratto in forma elettronica
- La gestione ed esecuzione della fornitura
- Le regole degli acquisti di beni e servizi di importo inferiore a € 40.000
- La indagine di mercato
- La RDO ad un unico fornitore
- L'acquisto a carrello tramite ODA
- Gli acquisti per beni e servizi non attivi sul Mepa: come si acquistano?
- La marca da bollo sui contratti pubblici
- Le procedure per importo maggiori a 40 mila euro
- I contenuti della lettera di invito per le procedure tradizionali (senza Mepa)
- Le verifiche sui requisiti dei concorrenti prima della stipula del contratto
- In particolare approfondimento sulle modalità di verifica della regolarità contributiva per contratti inferiori a 40.000 euro
- La fase dell'esecuzione del contratto
- La fase del collaudo e della attestazione di regolare esecuzione

Destinatari

Economati, provveditorati e uffici acquisti, responsabili ed addetti

Quota d'iscrizioneDurataData d'inizio
Euro 310,00 + IVAOre 7lunedì 25 settembre 2017
Scheda di iscrizione ×

PROGRAMMI UE COME ORIENTARSI: Agenda Europea 2014 - 2020, la co-progettazione e stakeholder engagement per un progetto sostenibile e rispondente alle esigenze del territorio

Obiettivi

Il corso si pone i seguenti obiettivi:
- Trasmettere un approccio di tipo collaborativo nella formulazione di progetti europei
- Fornire le basi teorico pratiche della programmazione e progettazione europea
- Far comprendere come si passa dall'idea al progetto con modalità multi-stakeholder
- Approfondire significato, metodi e risultati della coprogettazione per la definizione di un progetto europeo
- Fornire le competenze per formare una partnership progettuale sostenibile nel tempo

Contenuti

- Co-progettare con i partner per la definizione di un progetto
- Perché conviene progettare con i partner
- Chi coinvolgere
- Laboratorio partecipativo sulla metodologia della co-progettazione
- Dalla definizione del problema alla strutturazione delle azioni
- Dall' individuazione dei partner alla presentazione del progetto europeo
- Agenda Ue 2014-2020, Scelta, tempo e impatto di un progetto
- Strutturazione di un formulario e budget di progetto europeo
- Come arrivare alla presentazione

Destinatari

Responsabili e funzionari

Quota d'iscrizioneDurataData d'inizio
Euro 310,00 + IVAOre 7martedì 26 settembre 2017
Scheda di iscrizione ×

COMPRENDO COMUNICO COOPERO: comunicazione interpersonale e strategie di cooperazione all'interno delle amministrazioni locali

Obiettivi

Supportare l'organizzazione a porre le basi di un clima organizzativo rispettoso e costruttivo
Fornire elementi teorici e pratici relativi alla comunicazione interpersonale e alla co-progettazione
Consentire ai membri delle organizzazioni di adottare una comunicazione interpersonale consapevole, rispettosa e costruttiva nei confronti di colleghi, collaboratori e utenti
Capacitare i partecipanti nell'identificazione di tematiche sulle quali collaborare e nella progettazione e gestione di momenti di collaborazione
Far acquisire consapevolezza dei principi e dei vantaggi alla base delle modalità di lavoro collaborativo
Far sperimentare ai corsisti laboratori collaborativi
Migliorare le abilità relazionali ed il conseguente senso di fiducia dei partecipanti

Contenuti

- Interagisco quindi comunico
- Capacità e competenze
- Nozioni base della comunicazione e dell'intelligenza emotiva
- Laboratori esperienziali
- Dalla logica del conflitto alla logica della cooperazione
- Fasi della cooperazione
- Individuazione del tema e ricerca degli stakeholder
- Da stakeholder a shareholder
- Metodologie e strumenti della cooperazione: coprogettazione, costellazioni sistemiche, ProAction Cafè

Destinatari

Tutto il personale dell'ente

Quota d'iscrizioneDurataData d'inizio
Euro 310,00 + IVAOre 7giovedì 12 ottobre 2017
Scheda di iscrizione ×

Introduzione alla vigenza delle norme anticorruzione e trasparenza

Obiettivi

Condividere le principali misure di prevenzione e contrasto degli illeciti introdotte nella P.A. italiana, a livello operativo e comportamentale
Analizzare i principi alla base della normativa anticorruzione e le sue applicazioni nella P.A.

Contenuti

- Introduzione alla intervenuta vigenza delle norme anticorruzione e trasparenza
- La classifica di trasparency
- I principi insegnati dai paesi nordici
- L'evoluzione normativa in materia di trasparenza
- Dall'amministrazione aperta alla Legge anticorruzione alla amministrazione trasparente
- Il sistema di prevenzione della corruzione nella Pubblica Amministrazione
- La Legge n. 190/2012: principali aree di intervento
- Le figure preposte alla prevenzione della corruzione
- I soggetti istituzionali preposti alla prevenzione della corruzione (CIVIT, Comitato interministeriale, Dipartimento della Funzione Pubblica) ed i relativi compiti
- Il responsabile della prevenzione della corruzione e la rete dei referenti alla luce della Circolare n. 1/2013 del Dipartimento della funzione pubblica
- Il Piano triennale di prevenzione della corruzione : Oggetto e finalità
- Le attività a rischio di corruzione ed i rispettivi protocolli
- La formazione del personale operante in settori particolarmente esposti al rischio di corruzione
- Il whistleblower
- La trasparenza quale strumento di prevenzione della corruzione
- Il riordino della disciplina in materia di trasparenza ad opera del d.lgs 33/2013
- Il principi inseriti nel Decreto Trasparenza
- Le modalità e la durata della pubblicazione dei dati
- Il contenuto del decreto trasparenza con particolare riferimento alla contrattualistica pubblica
- Contenuto del decreto trasparenza: per gli incarichi, per gli appalti, per i sussidi gli ausili e i vantaggi economici
- Il Codice di Comportamento della Pubblica Amministrazione: contenuti, responsabilità conseguenti ad inadempimenti

Destinatari

Tutto il personale della Pubblica Amministrazione

Quota d'iscrizioneDurataData d'inizio
Euro 310,00 + IVAOre 7venerdì 13 ottobre 2017
Scheda di iscrizione ×

INNOVAZIONE CIVICA: le strategie di collaborazione tra Amministrazioni locali, cittadini e organizzazioni della società civile

Obiettivi

Trasmettere un approccio di tipo collaborativo nella creazione e gestione delle politiche pubbliche
Comprendere come si passa dall'idea al progetto con modalità multi-stakeholder
Conoscere buone prassi globali e locali di innovazione civica
Approfondire significato, metodi e risultati della co-progettazione
fornire le competenze per formare un team di lavoro efficiente
Migliorare il livello di conoscenza e cooperazione nel gruppo di lavoro
Sperimentare tecniche e strumenti in laboratori pratici

Contenuti

- Il corso prevede parti teoriche e pratiche, in cui analizzare buone prassi esistenti, far confrontare i corsisti sulle proprie esperienze e sulle idee da poter realizzare.
- 1. MODULO: Engagement, cos'è e perché realizzarlo
- Approccio collaborativo e movimento della sharing economy
- Significati e conseguenze del coinvolgimento
- Da stakehoder a shareholder: la responsabilità diffusa
- Piattaforme online di engagement
- 2. MODULO: Analizzare e pianificare l'engagement
- Strategia dell'engagement
- Definire la propria comunità di riferimento: diventare o cercare interlocutori necessari
- Individuare tematiche, definire obiettivi comuni, mappare comunità
- Community engagement
- Progettazione innovativa

Destinatari

Responsabili e funzionari

Quota d'iscrizioneDurataData d'inizio
Euro 310,00 + IVAOre 7martedì 17 ottobre 2017
Scheda di iscrizione ×

Strumenti e procedure abilitanti la dematerializzazione nella pubblica amministrazione

Obiettivi

Fornire le conoscenze tecnico-normative sugli strumenti e le procedure necessarie all'adozione di processi di digitalizzazione e dematerializzazione dei documenti
Fornire le conoscenze e i casi pratici in merito alle modalità di utilizzo degli strumenti propedeutici alla dematerializzazione, quali le diverse tipologie di firme elettroniche e il loro valore probatorio (con focus sulla firma digitale remota ed automatica, la firma elettronica avanzata e la firma grafometica), le diverse validazioni temporali che garantiscono una data certa elettronica, l'impiego del contrassegno elettronico o timbro digitale, la trasmissione elettronica tramite PEC, la nuova marca da bollo @e.bollo, il Sistema Pubblico per la gestione dell'Identità Digitale di cittadini e imprese (SPID) e i pagamenti elettronici pagoPA a cui devono aderire tutte le PA.

Contenuti

- L'idoneità del documento informatico a soddisfare il requisito della forma scritta e il suo valore probatorio attraverso l'impiego di strumenti di validità
- Il valore del documento informatico sottoscritto e le diverse tipologie di firma
- La firma digitale remota e la firma digitale con procedura automatica
- La firma elettronica avanzata e la firma grafometrica su tablet
- Le possibili validazioni temporali per ottenere una data elettronica certa o non (riferimento temporale, marca temporale, PEC, segnatura di protocollo informatico, ecc.)
- Aspetti di criticità e contrattuali in caso di esternalizzazione ad un soggetto esterno
- Il contrassegno elettronico o timbro digitale quale strumento antifrode e di garanzia della conformità delle copie analogiche di documenti informatici
- Esempi concreti di corretto impiego degli strumenti di validità in attuazione del CAD e delle regole tecniche di cui al DPCM 22 febbraio 2013, DPCM 3 dicembre 2013 e al DPCM 13 novembre 2014
- Caso d'uso di applicazione ai contratti pubblici informatici
- Trasmissione elettronica tramite Posta Elettronica Certificata (PEC): valore della comunicazione, regole, protocollazione, conservazione ed idonee formati della PEC
- La procedura "@e.bollo" per l'apposizione della marca da bollo digitale per le richieste telematiche alla pubblica amministrazione di istanze e relativi atti e provvedimenti
- L'istituzione del Sistema Pubblico per la gestione dell'Identità Digitale di cittadini e imprese (SPID) affinchè le pubbliche amministrazioni possano consentire l'accesso in rete ai propri servizi.
- Pagamenti elettronici PagoPA nei servizi online offerti dalle pubbliche amministrazioni

Destinatari

Funzionari, dirigenti ed operatori amministrativi, informatici e della gestione documentale

Quota d'iscrizioneDurataData d'inizio
Euro 310,00 + IVAOre 7venerdì 20 ottobre 2017
Scheda di iscrizione ×

Evoluzione dello sponsoring per la Pubblica Amministrazione: collegare aziende e Pubblica Amministrazione a servizio del cittadino

Obiettivi

Dalla sponsorizzazione alla partnership. Come si costruisce si sviluppa e si fidelizza una relazione tra amministrazione pubblica ed imprese? L'obiettivo di questo percorso consiste nell'analizzare, e comprendere come si possano costruire relazioni di partnership durature tra aziende e pubblica amministrazione. Nonostante la crisi, l'attenzione del mondo profit per i temi sociali, culturali e di sostenibilità ambientale non è diminuita, anzi progetti di responsabilità sociale d'impresa, forme di rendicontazione come il bilancio sociale, il bilancio ambientale e il coinvolgimento in azioni di supporto alla crescita locale, sono segnali che attestano l'interesse e la disponibilità del mondo delle aziende ad essere partecipi del contesto in cui operano. I partecipanti individueranno i principi e le priorità di coinvolgimento di questi particolari interlocutori, le tecniche e i vantaggi di avere un funzione interna trasversale alle direzioni che possa creare partnership durature con le aziende.

Contenuti

- Principi sui quali costruire una relazione con le imprese
- Perché questa attività funziona solo se collocata all'interno dell'Organizzazione
- Liste e database: come individuare nuovi partner e consolidare relazioni già esistenti
- L'individuazione delle priorità comuni e la meccanica del coinvolgimento
- Preparare una proposta di sponsorizzazione e/o di partnership
- Problemi e criticità che possono verificarsi e fermare il processo
- Presentazione di casi
- Conoscere i meccanismi che stanno alla base del piano economico di fundraising
- Budget economico del progetto e piano finanziario
- La revisione del piano prima della sua approvazione
- Monitoraggio e controllo dell'andamento del progetto
- Interventi correttivi in corso d'opera
- Come trasformare le attività in fabbisogno di risorse e le risorse in costi
- Sviluppare le alternative in termini di processi, risorse e costi/prezzi
- Attivare cicli virtuosi di finanziamento e coinvolgimento
- Il partenariato pubblico-privato nei progetti di ridotta dimensione
- Dall'erogazione liberale alla partecipazione concreta al progetto
- Piccoli sponsor ma "grandi" sostenitori
- Il sostenitore 2.0

Destinatari

Dirigenti della Pubblica Amministrazione, responsabili di settore, staff uffici bandi europei e relazioni internazionali

Quota d'iscrizioneDurataData d'inizio
Euro 310,00 + IVAOre 7martedì 24 ottobre 2017
Scheda di iscrizione ×

Gestione I.V.A negli Enti pubblici

Obiettivi

Fornire nozioni per imparare a discriminare le attività soggette ad IVA da quelle istituzionali
Gestire efficacemente ed efficientemente il processo contabile IVA
Aggiornare le competenze degli operatori all'evoluzione sia delle operazioni svolte dall'Ente sia della normativa

Contenuti

- I fondamentali
- I presupposti IVA (soggettivo, oggettivo e territoriale)
- L'attività istituzionale alla luce della normativa e delle interpretazioni ministeriali
- Il momento di effettuazione delle operazioni e l'IVA ad esigibilità differita
- La gestione contabile
- Modalità e termini per la fatturazione
- I registri previsti dal DPR 633/1972
- Modalità e termini di registrazione
- La liquidazione ed il versamento
- Gli obblighi dichiarativi
- La comunicazione delle operazioni IVA (il cd. Spesometro)
- La comunicazione dati IVA (per le società strumentali)
- La dichiarazione annuale IVA
- Le dichiarazioni Intrastat e Black-list
- Le novità normative ed operative
- La legge di stabilità 2015
- Split payment e inversione contabile (reverse charge)
- Le gare europee e le operazioni intracomunitarie

Destinatari

Economati, provveditorati e uffici amministrativi

Quota d'iscrizioneDurataData d'inizio
Euro 310,00 + IVAOre 7venerdì 27 ottobre 2017
Scheda di iscrizione ×

Da Office a OpenOffice: ricavare il massimo dall’open source dopo la legge 134/2012

Obiettivi

Analizzare le principali differenze tra il pacchetto MS Office e gli strumenti Open Source
Esaminare in modo sintetico le differenze WORD - WRITER, EXCEL - CALC, POWERPOINT - IMPRESS

Contenuti

- Le logiche Open Source
- Le macro differenze WORD - WRITER
- Le macro differenze EXCEL - CALC
- Le macro differenze POWERPOINT - IMPRESS
- Posta elettronica e navigazione Internet: le principali possibilità Open Source

Destinatari

Referenti informatici

Quota d'iscrizioneDurataData d'inizio
Euro 310,00 + IVAOre 7lunedì 30 ottobre 2017
Scheda di iscrizione ×

In tema di Privacy

Obiettivi

Analizzare gli aggiornamenti relativi alla normativa sulla privacy, tenendo presente le sinergie con l'attività dell'Ente

Contenuti

- Gli aggiornamenti della normativa sulla privacy
- Inquadramento e definizione dei soggetti
- Analisi e disciplina normativa degli obblighi e dei doveri gravanti i diversi soggetti
- I diritti del cittadino
- Il Documento Programmatico sulla Sicurezza
- Responsabilità ed eventuali sanzioni
- L'integrazione della disciplina sulla privacy nelle attività dell'Ente

Destinatari

Tutti i soggetti coinvolti, titolari, responsabili o incaricati del trattamento dei dati

Quota d'iscrizioneDurataData d'inizio
Euro 310,00 + IVAOre 7martedì 31 ottobre 2017
Scheda di iscrizione ×

La redazione dei verbali secondo le esigenze di semplificazione e chiarezza

Obiettivi

Aumentare le competenze tecniche nella redazione di atti amministrativi
Consentire una maggiore omogeneità nella redazione dei verbali
Appropriarsi di uno stile adeguato in riferimento alle normative sula semplificazione del linguaggio amministrativo

Contenuti

- Il verbale funzione e elementi costitutivi
- Struttura
- Suggerimenti linguistici
- Ordine delle informazioni e sintesi
- Riferimenti ed allegati
- La divulgazione del draft
- Esercitazioni pratiche

Destinatari

Responsabili delle Segreterie e incaricati della verbalizzazione

Quota d'iscrizioneDurataData d'inizio
Euro 310,00 + IVAOre 7venerdì 3 novembre 2017
Scheda di iscrizione ×

Ascoltare il territorio tra bisogni e desideri: co-progettazione e collaborazione tra Pubblica Amministrazione e altri interlocutori

Obiettivi

Cosa rimane dopo questa crisi? Negli ultimi anni sta emergendo un nuovo modello sociale che si radica nuovamente nel territorio che torna ad essere un valore su cui investire. Ora sono i processi di valorizzazione dei territori a diventare protagonisti. Gli amministratori hanno tutto il vantaggio ad attirare sul proprio suolo i migliori capitali, non solo economici, ma anche sociali e umani. La qualità di vita non dipende più dunque solo del tipo di cittadini che vi risiedono, dai loro capitali privati, ma anche (e sempre di più) dalle risorse organizzate istituzionalmente in quel luogo. La programmazione e progettazione del territorio, torna così ad essere una variabile fondamentale per spiegare la qualità di vita delle persone. L'analisi del fabbisogno di un territorio deve esser uno strumento pratico e concreto, per questo, è importante che soddisfi i seguenti requisiti: - fare in modo che il processo di analisi dei bisogni sia in stretto rapporto con il processo di pianificazione, in modo che esso porti veramente ad un miglioramento dei servizi offerti; - avere un approccio necessariamente multidisciplinare, con approfondimenti sia quantitativi che qualitativi; - coinvolgere i diversi portatori d'interesse (professionisti dei servizi, utenti, famiglie, volontari, etc.)

Contenuti

- Lo spazio sociale e i mutamenti del welfare
- Metodologie e tecniche di analisi dei bisogni di un territorio
- Ascoltare il territorio tra link e social media
- Work in progress & buone pratiche

Destinatari

Dirigenti della Pubblica Amministrazione, responsabili di settore, assistenti sociali e addetti alla pianificazione dei servizi (es. piani di zona).

Quota d'iscrizioneDurataData d'inizio
Euro 310,00 + IVAOre 7lunedì 6 novembre 2017
Scheda di iscrizione ×

Attuazione della dematerializzazione dei processi documentali nella Pubblica Amministrazione

Obiettivi

Fornire una guida pratica per affrontare concretamente i nuovi obblighi di legge in materia di digitalizzazione del contenuto documentale
Fornire le conoscenze tecnico-normative e gli strumenti propedeutici alla corretta gestione del processo di formazione, protocollazione, trasmissione, gestione e conservazione dei documenti informazioni nella pubblica amministrazione
Fornire le competenza per la graduale attuazione del Codice dell'Amministrazione Digitale (CAD) secondo le procedure operative indicate dalle regole tecniche di attuazione in materia di dematerializzazione dei documenti della P.A.
Fornire indicazioni concrete ed utili in caso di esternalizzazione delle attività o per la corretta gestione del modello organizzativo, dei ruoli e delle responsabilità se mantenute internamente.

Contenuti

- Il Codice dell'Amministrazione Digitale (CAD) quale norma primaria della digitalizzazione documentale della P.A.
- Cenni sul regolamento europeo eIDAS n. 910/2014 in vigore dal 17 settembre 2014
- Documento informatico: il principio di neutralità tecnologica e della libertà della forma
- Valore probatorio del documento sottoscritto e le diverse tipologie di firme
- La validazione temporale associata al documento informatico
- La formazione del documento informatico ai sensi del CAD e del DPCM 13 novembre 2014 che obbliga a partire dal 11 agosto 2016 le PA ad aeguarsi
- Copie, duplicati ed estratti secondo il DPCM 13 novembre 2014 con indicazione di procedure pratiche
- Il protocollo informatico nelle amministrazioni pubbliche: le nuove regole tecniche di cui al DPCM 3 dicembre 2003
- Corretta gestione del registro giornaliero di protocollo in conservazione secondo le istruzioni AgID
- Il manuale della gestione ed il responsabile della gestione documentale o il responsabile del servizio per la tenuta del protocollo informatico, della gestione dei flussi documentali e degli archivi
- Gestione, trasmissione e conservazione dei documenti informatici secondo le regole tecniche di cui al DPCM 3 dicembre 2013 e al DPCM 13 novembre 2014
- Documento amministrativo informatico e fascicoli elettronici
- Il processo di conservazione ed esibizione a norma secondo le nuove regole tecniche e cenni allo standard di riferimento ISO 14721:2012 OAIS (Open Archival Information System)
- Il processo di conservazione ed esibizione per i documenti di rilevanza tributaria ai sensi del DM 17 giugno 2014
- Il Responsabile della conservazione ed il manuale della conservazione
- Commento alle linee guida AgID in materia di conservazione dei documenti informatici
- L'adozione del modello organizzativo, gli adempimenti normativi e tecnologici richiesti
- Considerazione tra modello interno ed affidamento ad un soggetto esterno
- Aspetti contrattuali nei casi di esternalizzazione delle attività
- Aspetti di protezione dei dati e di sicurezza nell'ambito delle attività di formazione, gestione e conservazione dei documenti.

Destinatari

Funzionari, dirigenti ed operatori amministrativi, informatici e della gestione documentale

Quota d'iscrizioneDurataData d'inizio
Euro 310,00 + IVAOre 7martedì 7 novembre 2017
Scheda di iscrizione ×

Come valorizzare l'impegno della Pubblica Amministrazione: comunicare in modo efficace con il cittadino in un contesto di cambiamento

Obiettivi

In una società dove le relazioni sono sempre più deboli, dove la fiducia tra gli interlocutori è spesso messa in discussione, le amministrazioni pubbliche devono investire nella comunicazione verso l'esterno dei propri valori, obiettivi e azioni. Le persone sono sempre più sollecitate da continue comunicazioni, ricevono innumerevoli informazioni che hanno vita sempre più breve. Come si può sovrastare questo rumore di fondo? Affermare valori, condividere obiettivi e rendicontare e diffondere i risultati… Un unico livello di comunicazione non è più sufficiente, servono canali adeguati, linguaggio comprensibili e format innovativi. Catturare l'attenzione, coinvolgere le singole persone e le aziende con nuove forme di partecipazione è l'obiettivo, ma per farlo si devono implementare strategie e piani di azione, pianificati e coerenti che coniughino strumenti off-line e on-line, integrandoli in un mix efficace.

Contenuti

- Guardarsi dentro per farsi vedere fuori
- A chi vogliamo parlare? Individuare gli interlocutori
- Like, fan, dashboard, pin e hashtag: i nuovi linguaggi di una comunicazione digitale
- L'importanza della pianificazione e integrazione di strumenti differenti per diffondere il Piano Operativo Comunale

Destinatari

Responsabili e funzionari

Quota d'iscrizioneDurataData d'inizio
Euro 310,00 + IVAOre 7venerdì 10 novembre 2017
Scheda di iscrizione ×

Diritto di accesso ai documenti e semplificazione del linguaggio amministrativo

Obiettivi

Fornire gli strumenti necessari per affinare le capacità di comunicare per iscritto in modo più semplice, chiaro e preciso, semplificando il linguaggio utilizzato nella redazione dei testi amministrativi nell'ottica di una cultura di servizio al cittadino
Analizzare la gestione del diritto di accesso ai documenti da parte dell'utente

Contenuti

- Il processo comunicativo: saper gestire l'emissione di informazioni
- La semplificazione del linguaggio amministrativo: aggiornamenti normativi
- Progettare la semplificazione del linguaggio
- Le intenzioni esplicite ed implicite presenti in un testo scritto
- Strumentazioni da conoscere: registri linguistici, abstract, link, rimandi, citazioni
- La semplificazione e il linguaggio burocratico
- Dalla parte del cittadino: il diritto di accesso

Destinatari

Funzionari ed operatori amministrativi

Quota d'iscrizioneDurataData d'inizio
Euro 310,00 + IVAOre 7venerdì 24 novembre 2017
Scheda di iscrizione ×